Il piacere di comprare nei “negozi del cuore”

Purtroppo (e mi spiace iniziare un post con un “purtroppo”) il lavoro al pubblico viene sempre più spesso svolto per dovere, per stipendio, per necessità e sempre meno con un pizzico di piacere e affabilità.Questo è il destino di molti negozi, grandi e piccoli, intrappolati ed irrimediabilmente danneggiati dall’atteggiamento di chi dovrebbe vendere e invece crea un clima di ostilità e saccenza tale che i clienti scappano.Poi, però, ci sono i “negozi del cuore”, quelli in cui passeresti le ore solo a guardarti intorno e a respirare l’aria di accoglienza che li riempie.Uno dei miei negozi del cuore è la Libreria “Giunti al Punto” del Centro Commerciale “L’Aquilone” a L’Aquila. È un posto B E L L O, accogliente, colorato, vivo e vitale: i libri sono disposti in modo così ordinato – ma mai “asettico” né in stile “vecchia libreria polverosa” – che, anche se non vuoi, ti fermi a dare uno sguardo alle copertine.La cartoleria è un tripudio di colori e forme, penne, pastelli, acquerelli, taccuini, agende di ogni forma, biglietti e gadget, anche di marche “particolari” che gli appassionati conoscono, apprezzano e ricercano.La differenza, però, nonostante l’assortimento pregevole, la fa il sorriso dietro al bancone, la gentilezza, l’affabilità, la semplicità di chi non è “adulante” però ti coinvolge e ti fa sentire “a casa”.La differenza la fa chi, con il tono di voce calmo e familiare di una amica di vecchia data, ti chiede “…non stai leggendo nulla adesso?” e con due parole ti dà la possibilità di raccontare un po’ di te, di quello che ti piace, di quello che stai leggendo, di quello che vorresti leggere nel futuro.La differenza la fa chi ti consiglia l’ultimo libro “bello” del tuo autore preferito e, magari te lo propone in versione tascabile-economica, perché “se leggi tanto, almeno risparmi qualcosa”.Per me è una grande e positiva differenza!Come nel film “C’è posta per te” con Tom Hanks e Meg Ryan, questo è il “negozio dietro l’angolo”, quello dove le mamme dovrebbero portare i loro bimbi, per farli crescere tra le righe dei libri fatti apposta per loro, quello dove chiunque dovrebbe andare almeno una volta al mese, per fare pace con il mondo e imparare a comunicare con la propria sensibilità, potere che solo i libri possono dare.Che altro dire? Semplicemente grazie a chi lavora così bene da rendere quella che potrebbe essere “solo una libreria” un preziosissimo “negozio del cuore“.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...