La Gioconda ha ancora qualche mistero da svelare

L’arte è la massima espressione della creatività e, sicuramente, Leonardo è stato uno dei più grandi geni-artisti della nostra patria.

A distanza di centinaia d’anni e nonostante studi molto approfonditi, pare che il capolavoro di Leonardo da Vinci, la “Gioconda”, abbia ancora qualcosa da “rivelare”.

Un dettaglio della Gioconda, il più famoso quadro di Leonardo Da Vinci,potrebbe svelare l’identità della misteriosa Monna Lisa. Il particolare era da sempre sfuggito e riguarderebbe lo sfondo alle spalle della protagonista. 

Uno studio contenuto nel volume dello studioso dell’arte Luca Tomio spiega a 500 anni di distanza dalla morte del genio che all’età di 21 anni Leonardo non si trovava in Toscana come si è fin qui ritenuto, ma in Umbria, dove disegnava paesaggi francescani tra Terni e Rieti. La scoperta è stata possibile grazie a un’analisi geomorfologica di alcuni disegni. Con lo stesso metodo si è giunti a ritenere che dietro Monna Lisa il paesaggio non è toscano, ma è tipico delle Prealpi lombarde.

«Grazie a riscontri topografici e geografici – spiega Luca Tomio – a destra, la Valle dell’Adda ripresa a volo d’uccello dalla Forra di Paderno fino alla confluenza nel Lago di Lecco, e a sinistra, le formazioni calcaree tipiche dei monti lecchesi, con in primo piano il Resegone e in evidenza il Pizzo d’Erna e il Canalone della Rovinata». A conferma della tesi, anche elementi emersi dall’analisi della copia del dipinto conservata al Pardo.

Fonte

Leonardo si conferma un grande genio!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...